lunedì 27 maggio 2013

Tutorial....Penna con stelle in Mokume Gane

Parecchio tempo fa, avevo realizzato per un SAL, una penna con la tecnica del Mokume Gane, mi era piaciuto molto realizzarla anzi, avevo finito per realizzarne più di una .
E' piaciuta molto anche a mia figlia, tanto che mi aveva chiesto di mostrarle come si facevano e così, abbiamo colto l'occasione per realizzare un tutorial e ora dopo quasi due anni finalmente l'ho sistemato e lo inserisco …...eh si sono un po' pigra......ma confesso che ero anche un po' delusa da alcune persone che si erano appropriate dei miei tutorial per usarli in corsi a pagamento.




Occorrente:

Fimo del colore che preferite ma va bene anche qualsiasi altra pasta polimerica,
Fimo trasparent,
Sfoglia d'oro,
Macchina stendi pasta,
Lama o taglierino,
Pennelli,
Una piastrella 10 x 10,
Vecchi ferri da calza che non utilizzate.

Iniziamo con il preparare i ferri da calza che ci serviranno come dimo per la nostra penna.
Ho preso due vecchi ferri che non utilizzavo più da tempo, con il seghetto da ferro li ho tagliati in modo che avessero la misura per poter stare comodamente nel mio fornelletto.

  
Ora prendiamo il fimo trasparent, lo ammorbidiamo e con l'aiuto della stendi pasta ne tiriamo una sfoglia sottile che appoggeremo sulla nostra piastrella e con la lama ne regoliamo un po' i margini.


Ora con l'aiuto di un pennello morbido, stendete una sfoglia d'oro e ritagliate l'eccesso,


tirate un'altra sfoglia sottile di trasparent e appoggiatela sopra alla sfoglia d'oro premendo leggermente e facendo attenzione che non si creino bolle d'aria tra i due strati.


Ripetete la stessa operazione per circa 5 -6 volte o anche più volte.
Con la lama, ora tagliate a metà la piastrellina così ottenuta.


Appoggiate una sfoglia d'oro su una delle metà e appoggiatevi sopra l'altra metà premendo leggermente .


Adesso con, il fondo di un pennello o un bulino o qualsiasi altra cosa, premete con decisione sulla pasta facendo dei buchi a varie profondità.


Fate delle palline sempre con il fimo trasparente e riempite i vari buchi.


Giratelo sottosopra e premete un po' con le dita, senza appiattirlo,


con la lama tagliate via delle fettine sottilissime e tenetele da parte.


Ora passiamo alla penna vera e propria , tirate una sfoglia di fimo del colore che volete, spessa qualche millimetro e arrotolatela attorno al ferro da calza per la lunghezza che volete,


incominciate a ricoprire questa base con le sfoglie di Mokume Gane.


Il Sal a cui avevo partecipato come filo conduttore aveva le stelle per cui avevo pensato di inserirne qualcuna qua e là.
Mi sono costruita un mini cutter con il dietro di una matita di quelle con la gomma da cancellare .


  Ho tirato una sfoglia di fimo bianco e.....


...con il cutter, ho tagliato varie stelline


che poi ho applicato casualmente sulla mia penna , ora rotolate la penna sul piano di lavoro, in modo da togliere gli scalini tra le varie sfoglie e rendere il tutto più liscio e omogeneo.


A questo punto non resta che cuocere la penna seguendo le indicazioni riportate sul pacchetto da parte del produttore della pasta che state usando.
Appena cotta tiratela fuori ancora calda ma non da bruciarvi, togliete il ferro da calza e buttatela in un contenitore con acqua fredda dove avrete aggiunto anche del ghiaccio, questo dovrebbe aggiungere maggiore trasparenza al fimo trasparent.


Ora con una pallina del colore di base da voi scelto premetela sul fondo della penna,


rotolatelo sul piano di lavoro e


aggiungete qualche fettina di Mokume Gane

 
rotolate nuovamente e infornate di nuovo .


Ora, se il buco per inserire la vostra penna fosse troppo stretto con un taglierino tagliate a piccole fette fino a raggiungere la larghezza voluta.



E la penna è terminata, non vi resta che darle una bella passata di carta vetrata di quella che si può bagnare, di solito parto con la 500 poi passo alla 800 e per finire, alla 1000, in questo modo si tolgono eventuali irregolarità e diventa bella liscia, per ultimo passo un paio di mani di vernice protettiva .


Per concludere vi mostro altri lavori che ho realizzato usando questa tecnica, cambiando semplicemente i colori e qualche particolare.

Ad esempio, in questo lavoro, ho aggiunto l'impugnatura ad uno dei miei attrezzi per modellare, ho usato avanzi di fimo di vari colori mescolati grossolanamente tra loro e tra una sfoglia e l'altra invece della sfoglia d'oro ho usato quella d'argento.


Cambiando alcuni colori ho realizzato anche questi ciondoli e perle che utilizzerò per alcune collane, ma ci sono molte variazioni che si possono fare e tutte molto belle, sta a voi esperimentare ciò che più vi suggerisce la vostra fantasia.

Delle perle per un bracciale...


 il soggetto e alcune perle per una collana


lo stesso lavoro ma con un colore di base diverso


e per finire un ciondolo rosso.....si capisce che il rosso è il mio colore preferito?


Se cliccate sul link sotto la foto oppure sulla pagina dei miei tutorial potete scaricare la versione pdf .




Sul blog di mia figlia potete vedere altri esempi di penne fatte da lei.

Bene.....il tutorial è terminato, spero vi sia piaciuto e lo abbiate trovato utile.

Un abbraccio

Anna


venerdì 17 maggio 2013

La fine (brutta) di una sirena

E' passato davvero taaaanto, taaanto tempo dall'ultimo mio post....troppo!!
Questo è stato un periodo piuttosto frenetico, molte cose da fare compreso aiutare mia figlia per il suo annuale banchetto alla Naoniscon - Game & Comics, problemi con la schiena ed un paio di brutti, bruttissimi eventi ai quali mi è ancora difficile credere.

Ma la mia sirena che fine ha fatto?
L'avevo quasi finita che ops....maldestra me.... mi è scivolata dalle mani, non ha fatto un grande volo anzi.... non le si sono rotte nemmeno le dita, felicissima di questo, la metto da parte per poi terminarla con calma.....Quando la vado a riprendere, decisa di finirla, mi ritrovo una spiacevole sorpresa sotto la vernice della sua bella coda rossa, le si sono formate una miriade di crepe!!!
Non potete immaginare la mia delusione, la rabbia, la tristezza e una decina di altre emozioni che ho provato tutte insieme nel vederla così....li per li la volevo buttare anche perché era un progetto che volevo fare da tempo ma prima mi mancavano i capelli poi non sapevo bene come fare il gioco d'acqua che le doveva uscire dalla mano alla fine, trovata la soluzione per ogni cosa ecco che compaiono queste dannate anzi dannatissime crepe.
Il peggio è che non so perché.......ne ho fatte altre sirene, alcune delle quali ancora le conservo e non hanno mai subito alcun danno neanche dopo anni ma perché questa ha avuto questi problemi???
C'è chi mi ha detto che forse non l'avevo cotta bene ma sono sicura che non sia così.... chi mi ha detto che potrebbe essere stata la caduta che potrebbe aver incrinato qualche punto e piano piano ha "lavorato"....potrebbe essere......insomma non me lo spiego!!!
Ho fatto tutti i passaggi come al solito, ho usato gli stessi materiali di sempre meno uno.....ma mi sembra strano dipenda da lui.
Per fare le scagliette sulla coda invece di ricoprire con il prosculpt trasparent, ho ricoperto con il fimo trasparent ma ripeto...mi sembra strano.....che sia stato il tempo tremendamente umido di quest'anno???......mah non lo so.......fatto sta che li per li la volevo buttare ma poi mi sono arrivati dei suggerimenti di come ripararla e salvarla così, per il momento l'ho messa in una scatola e ho deciso che più avanti la proverò a recuperare.
Scusate il lungo sfogo ma ancora mi rode dentro ciò che le è successo, intanto vi mostro alcune foto, solo poche e pure fatte male e di fretta ma solo per capire cosa è successo.

Mancavano ancora pochi dettagli per essere finita, un decoro in testa e la base .



Il gioco d'acqua e


le dannate crepe......


Va beh....cercherò di mettermi il cuore in pace!!
Un abbraccio a tutti e a presto!

Anna